Tecniche di rilassamento: quale delle 6 è la tua preferita?

Il ritmo di vita di oggi non dà tregua. Fortunatamente, se sei un manager di un centro, TIMP rende la tua vita quotidiana molto più facile semplificando i tuoi compiti quotidiani, automatizzando le tue prenotazioni, offrendoti dati in tempo reale sulle prestazioni della tua attività… Ma comunque, ci sono momenti in cui hai bisogno di fare una pausa e disconnetterti.
È per questo che oggi ti portiamo un compendio delle tecniche di rilassamento più utilizzate, in modo da poterle mettere in pratica in quei giorni che reclamano una pausa. Perché sì, gestire un’impresa non è un compito facile, e hai tutto il diritto di delegare di tanto in tanto, di fermarti per qualche minuto e fare un respiro profondo, di uscire a prendere un po’ d’aria fresca e tornare al lavoro con rinnovata energia.
In questo articolo, imparerai come prenderla un po’ più con calma grazie a sei tecniche di rilassamento molto comuni. Tre di esse si usano spesso per conciliare il sonno, e le altre tre si possono utilizzare per dormire così come per qualsiasi altra situazione durante il giorno.
Quale sarà la tua preferita? Scopriamolo. Ma attenzione, non ti rilassare troppo che rischi di addormentarti strada facendo!

Tecniche di rilassamento per dormire

In questa sezione abbiamo incluso tecniche che sono ampiamente utilizzate per conciliare il sonno, anche se possono essere messe in pratica anche per rilassarsi durante il giorno – non necessariamente per dormire – e ottenere così un momento di benessere, abbassando il nostro livello di stress.
Sono le seguenti:

Rilassamento guidato

Il rilassamento guidato è un metodo molto efficace per raggiungere uno stato di calma, basato su una serie di istruzioni date da uno specialista alla persona che vuole rilassarsi. Con queste, il professionista guida – da qui prende il suo nome – il processo di rilassamento dell’utente, descrivendo un luogo ipotetico, una situazione di grande pace e tranquillità o semplicemente una sensazione di benessere che la persona ricrea nella sua mente mentre respira ritmicamente.
È molto comune sostituire la voce dello specialista con un audio con istruzioni registrate, che può essere riprodotto in qualsiasi momento per rilassarsi senza bisogno di nessun altro. Infatti, ci sono molte applicazioni mobile con le quali è possibile ascoltare le istruzioni per rilassarsi.

Rilassamento con suoni ambientali

Strettamente legato al precedente, soprattutto con la possibilità di ascoltare audio per rilassarsi, il rilassamento con suoni ambientali o della natura cerca di eliminare lo stress riproducendo il canto degli uccelli, il suono delle onde dell’oceano o il suono della brezza attraverso la vegetazione.
Funziona particolarmente bene per gli amanti della natura, e si possono trovare centinaia di video e audio su internet che raccolgono suoni naturali per il rilassamento.

Rilassamento con la musica

Come per i suoni, la musica può essere usata per scopi rilassanti. Tuttavia, non va bene qualsiasi tipo di composizione: le melodie che si usano più frequentemente per il rilassamento sono di solito strumentali, con un ritmo lento, strumenti ad aria o a corda e percussioni morbide. 
Un buon esempio sarebbe la musica tibetana, con il suono delle ciotole che fluttuano nell’aria.
È interessante notare che il rilassamento guidato spesso utilizza musica lenta in sottofondo, così come suoni della natura che aumentano l’effetto calmante che si cerca, quindi in realtà queste tre tecniche sono spesso usate insieme per ottenere un rilassamento più profondo.

Rilassamento attraverso la visualizzazione

La visualizzazione consiste nel ricreare mentalmente una scena e associarla a sentimenti positivi. Durante una situazione di stress, può essere utilizzato con l’obiettivo di sperimentare quelle stesse sensazioni quando si pensa alla scena che abbiamo collegato a loro. 
Un’altra possibilità sarebbe quella di visualizzare mentalmente quella situazione che genera ansia e, passo dopo passo, immaginarla in modo positivo e raggiungere una fine benefica per noi. Per esempio, se andare dal dentista ci causa stress, possiamo ricreare mentalmente come sarà la nostra visita e immaginarci di superare l’intera sessione con calma, ricevere un trattamento piacevole, sentirci sicuri e in buone mani, ecc.
In questo modo, imparare a visualizzare diventerà uno strumento molto efficace che possiamo mettere in pratica prima di qualsiasi evento che ci preoccupa o ci causa disagio. Ti sorprenderà scoprire che con la pratica sarai in grado di affrontare queste situazioni con molta più calma.

Rilassamento attraverso la respirazione

La respirazione è un processo biologico essenziale per la vita umana, ma allo stesso tempo è anche uno strumento molto potente per regolare il nostro livello di attivazione. Perché, per fortuna, possiamo modificarla a piacimento.
Così come quando siamo nervosi o stressati il nostro ritmo di respirazione è generalmente più alto, in uno stato di rilassamento profondo il ritmo di respirazione è molto più lento. Sapendo questo, il trucco è semplice: se vogliamo rilassarci, un buon modo per riuscirci è abbassare il nostro ritmo di respirazione.
Ma questo non è l’unico passo da seguire. Per riuscirci, quando inspiriamo, dobbiamo fare un respiro profondo attraverso il naso, gonfiando l’addome. Per una corretta respirazione profonda, metti una mano sul petto e l’altra sulla pancia, e fate in modo che la mano sul petto non si muova in nessun momento. 
Invece, noterai che la mano sulla tua pancia si muove avanti e indietro. Questo significa che stai riempiendo d’aria la parte inferiore dei vostri polmoni, che è la parte più larga. Poiché il flusso di aria ispirata sarà maggiore, non avrai bisogno di prendere aria così spesso come faresti se respirassi con la parte superiore dei tuoi polmoni. 
Il risultato sarà una respirazione profonda e lenta.
Ora che sai come respirare in questo modo, vediamo come mettere il tuo respiro al servizio del rilassamento. Prendi aria come abbiamo spiegato, attraverso il naso e gonfiando la pancia. Trattieni il respiro per circa quattro secondi e poi fallo uscire lentamente attraverso la bocca fino a svuotare i polmoni, senza forzare l’uscita d’aria.
Ripeti questo schema per circa 10 minuti e poi valuta come ti senti. Sicuramente ti sei rilassato con ogni nuova ispirazione e ti sei inondato da una sensazione di calma e tranquillità che non avevi prima di iniziare.
Una bella scoperta, vero?

Rilassamento muscolare progressivo

La tecnica di Jacobson, popolarmente conosciuta come rilassamento muscolare progressivo, è ideale per quei casi in cui notiamo che lo stress o l’ansia hanno fatto contrarre i nostri muscoli e, di conseguenza, sentiamo un po’ di rigidità.
Per eseguirla correttamente, è necessario fare un po’ di pratica per padroneggiare la sua esecuzione, ma una volta checi sarai riuscito, vedrai che è un metodo molto efficace per eliminare l’ansia e lo stress accumulati.
Il rilassamento muscolare progressivo consiste in tre fasi:

Fase 1: tensione-rilassamento

In questa fase, l’obiettivo è prendere coscienza di ogni parte del nostro corpo e dei muscoli che lo formano. Per fare questo, si tendono e si rilassano progressivamente i muscoli principali, facendo attenzione alla sensazione prodotta in ogni caso. In questo modo, impariamo a distinguere tra uno stato di tensione muscolare e uno stato di rilassamento. Questo processo si svolge nel seguente ordine: i muscoli del viso, del collo e delle spalle sono tesi e sciolti, poi i muscoli delle braccia e delle mani, seguiti dai muscoli dell’addome, per finire con i muscoli delle gambe.

Fase 2: revisione

Questo è il momento di fare una revisione mentale di ogni parte del corpo che hai teso e sciolto, controllando se è ancora rilassata o, al contrario, tesa. Quando identificate uno di questi ultimi, cercate di rilassarlo. E le parti che sono già rilassate, rilassale ancora di più.

Fase 3: rilassamento mentale

Se con le due fasi precedenti siamo riusciti a rilassare i muscoli del corpo, ora è il turno della mente. Immagina una situazione piacevole e tutto ciò che ha a che fare con essa: i suoi suoni, i colori e gli elementi dell’ambiente, gli aromi nell’aria…. 
Se preferisci, puoi anche pensare a un brano musicale che ti trasmetta calma o a un’opera d’arte che ti ispira. Puoi anche provare a lasciare la tua mente vuota. In ogni caso, scoprirai che se hai rilassato i tuoi muscoli nelle fasi precedenti ti sarà molto più facile raggiungere uno stato di tranquillità mentale.
La cosa buona di questa tecnica è che, se la pratichi e riesci a realizzarla con facilità, puoi usarla ogni volta che ne hai bisogno in quasi ogni contesto. Vedi il seguente link per informazioni più dettagliate sul rilassamento muscolare progressivo e su come metterlo in pratica.

Benefici delle tecniche di rilassamento

Eliminare il nervosismo o ridurre l’ansia è ovviamente il beneficio principale dell’uso delle tecniche di rilassamento. Ma ci sono una serie di altri effetti positivi sul corpo che vale la pena conoscere. Più di uno ti sorprenderà di sicuro.
Questi sono i principali:
* Il rilassamento è in grado di ridurre l’insonnia.
* Può alleviare il mal di testa.
* Riduce i sintomi di ansia e stress come nausea, tachicardia, vertigini o sudorazione eccessiva.
* Allevia i dolori muscolari.
* Aumenta la capacità di concentrazione e l’attenzione.
* Riduce la sensazione di fatica.
* Sblocca le capacità cognitive come la creatività in momenti di stress o di ansia.

Ti sei già rilassato?

Shh, shh… Dormi?
Ah, menomale. Con quella faccia rilassata pensavamo di averti perso. È vero che dopo aver imparato queste tecniche vedi già un po’ di luce alla fine del tunnel dello stress?
Prenditi un po’ di tempo ogni giorno per mettere in pratica alcune di esse e vedrai come, col tempo, sarai in grado di rilassarti in pochi minuti o secondi.
Un’altra cosa che funziona molto bene contro l’ansia è avere tutto sotto controllo, quindi continua a usare TIMP per gestire il tuo centro e le tue prenotazioni. Con questo e le tecniche di rilassamento hai il pacchetto completo per dire addio al nervoso.
Buon riposo!

Un resumen de lo que te interesa

Recibe en tu bandeja de entrada todas las novedades sobre gestión y tendencias en el sector del fitness y el wellness.