Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Psicologia dello sport

L’importanza della psicologia dello sport

La psicologia dello sport è presente nella vita di quasi tutti gli atleti competitivi e ad alte prestazioni. Qualcosa che non ci sorprende, perché la psicologia ha applicazione in praticamente qualsiasi settore dell’attività umana, e lo sport è uno di questi campi in cui non può mancare.

Essendo un software con un crm completo per il fitness, in TIMP conosciamo l’importanza del fattore psicologico per una buona performance sportiva.

Per questo motivo, vogliamo spiegare che cosa è la psicologia dello sport, quali sono i suoi obiettivi e la relazione tra la psicologia e fattori come la motivazione, chiave nella vita quotidiana di un atleta.

 

Cos’è la psicologia dello sport?

La psicologia dello sport è il ramo di questa scienza che si dedica allo studio delle componenti psicologiche coinvolte nella performance sportiva. Nel suo aspetto applicato, la psicologia dello sport mira a preparare mentalmente l’atleta per aumentare le sue possibilità di successo.

Per capire perché è così importante nel campo dello sport, passeremo prima in rassegna alcune delle chiavi della sua origine e dei suoi fondamenti.

 

Quando è nata la psicologia dello sport?

Anche se molti dei principi della psicologia dello sport possono essere trovati all’inizio della psicologia generale nel 1879, non è stato fino agli anni 1920 quando i primi laboratori di psicologia dello sport sono stati aperti in Europa e negli Stati Uniti, così come i corsi di formazione pionieristici in questa disciplina.

Decenni dopo, nel 1965, si tenne a Roma il primo congresso internazionale di psicologia dello sport, a quel punto la disciplina iniziò a consolidarsi, raggiungendo la popolarità e il prestigio di cui gode oggi nel 1985, quando il Comitato Olimpico degli Stati Uniti assunse per la prima volta uno psicologo dello sport a tempo pieno.

 

Psicologia dello sport alle Olimpiadi

 

Come si può vedere, si tratta di una disciplina abbastanza recente che, tuttavia, si è evoluta quasi dall’inizio in parallelo allo sport stesso come attività professionale e competitiva per tutto il XX secolo. È ovvio che le principali parti interessate si sono rese conto molto presto dei benefici che la psicologia potrebbe portare allo sport ad alte prestazioni.

 

Obiettivi della psicologia nello sport

La psicologia ha un doppio ruolo quando viene applicata allo sport. Da un lato, studia gli effetti dei fattori psicologici nella pratica sportiva, per poi lavorare su di essi e ottenere prestazioni migliori.

A questo punto è più che provato che corpo e mente sono strettamente legati: si influenzano a vicenda, quindi il benessere dell’uno è necessario per l’altro. Così, e concentrandosi sullo sport, fattori come l’ansia, le aspettative o la motivazione non possono essere lasciati da parte nella preparazione fisica di qualsiasi atleta.

Altrimenti, c’è il rischio che un allenamento estenuante di settimane e persino di mesi sia rovinato da una cattiva o nessuna preparazione psicologica prima dell’evento sportivo.

D’altra parte, si studia anche l’influenza della pratica sportiva sul benessere psicologico. Sapendo questo, la psicologia dello sport può stabilire strategie terapeutiche in cui lo sport gioca un ruolo fondamentale.

Per esempio, è stato dimostrato che l’attività fisica regolare può ridurre lo stress e l’ansia, così come aumentare l’autostima di coloro che la praticano.

 

Perché la psicologia dello sport è importante

Non è difficile, dopo tutto quello che abbiamo visto finora, dedurre l’importanza della psicologia applicata allo sport.

Prima di tutto, e in modo generale, chiarisce la necessaria collaborazione tra la preparazione fisica e la preparazione emotiva e psicologica. Questo punto è qualcosa che, al di là dello sport stesso, aiuta a normalizzare il ruolo della psicologia nel benessere delle persone, eliminando gradualmente lo stigma che ricevere aiuto psicologico ha avuto in passato e che ancora limita alcune persone a causa dei loro pregiudizi su di esso.

E nel campo applicato, la psicologia dello sport è importante perché agisce, tra gli altri, in aree importanti come queste:

 

Personalità e dinamiche di gruppo

Il buon rapporto tra i membri di un gruppo è una priorità per qualsiasi sport in cui è coinvolta una squadra. Pertanto, la personalità di ogni membro del team e le interazioni tra loro sono studiate per ottimizzare il modo in cui si sostengono a vicenda.

La psicologia dello sport userà tutte le sue risorse per raggiungere un forte rapporto tra gli atleti, permettendo loro di lavorare insieme per raggiungere i loro obiettivi.

 

Personalità negli sport di squadra

 

Gestire le emozioni: ansia e aggressività nello sport

Negli sport competitivi, specialmente nei giochi di squadra, a volte si possono vedere risposte sproporzionate da parte dei giocatori, come risse, imprecazioni o scoppi di rabbia.

Per prevenire questi comportamenti, è necessario imparare a riconoscere le emozioni che li precedono e le ragioni che li scatenano. Da lì, il prossimo compito è quello di acquisire i meccanismi necessari per modulare le nostre risposte emotive e poterle gestire meglio.

 

Gestire le aspettative

L’anticipazione che gli atleti fanno sulle loro prestazioni future in una competizione può influenzare il loro risultato, nel bene e nel male.

Quindi, se un atleta crede di non essere abbastanza preparato per una prova fisica e ci va con questa mentalità, è molto probabile che non si comporti bene come dovrebbe.

Per evitare questo, la psicologia fornisce risorse che permettono di mettere da parte le aspettative negative su una competizione per concentrarsi sulle reali possibilità di raggiungere gli obiettivi proposti, e migliorarli se necessario. In questo modo è possibile affrontare una sfida con una mentalità vincente.

 

Tolleranza alla frustrazione

Nello sport, come nella vita, ci sono di solito più volte in cui si perde che in cui si vince. Senza la capacità di accettare e superare il fallimento, qualsiasi atleta finirebbe la sua carriera prima ancora di iniziare.

Per questo motivo, la tolleranza alla frustrazione è uno strumento essenziale che la psicologia allena regolarmente nello sport. Si concentra anche sulla capacità di vedere gli errori e i fallimenti come opportunità per migliorare progressivamente fino a perfezionare la tecnica in ogni disciplina. Così, con la pratica, è possibile affrontare una competizione controllando il maggior numero possibile di variabili.

 

Concentrazione e attenzione

Se gli elementi precedenti sono essenziali per una buona performance nello sport, lo stesso si può dire dell’attenzione e della concentrazione.

Senza queste abilità non sarebbe possibile competere in condizioni, poiché tutti gli sport richiedono un’attenzione sostenuta e focalizzata sia nei movimenti che si eseguono sia nelle condizioni dell’ambiente, che sia una pista di atletica, una piscina olimpica o un campo da calcio.

Ci sono molte circostanze quotidiane che possono influenzare negativamente la capacità di concentrazione e attenzione di un atleta, e la psicologia dello sport assicura che, nonostante qualsiasi interferenza quotidiana, la persona sia concentrata sul momento presente e su ciò che sta facendo durante la competizione o l’allenamento.

 

Impegno e perseveranza

Non ci sono grandi risultati senza impegno e duro lavoro, quindi gli psicologi dello sport si preoccupano anche di valutare il livello di impegno della persona verso i suoi obiettivi e le routine quotidiane per raggiungerli.

 

Sport e motivazione: una relazione fondamentale

La motivazione è forse il condizionatore psicologico più importante nella pratica sportiva, senza il quale il lavoro con i fattori precedenti sarebbe incompleto.

È l’elemento che muove una persona a eseguire in qualsiasi area, e in un’attività così impegnativa come lo sport è un elemento chiave nel lavoro di psicologia con gli atleti. Saranno valutati aspetti come il livello attuale di motivazione verso lo sport in questione, la capacità della persona di motivarsi intrinsecamente (da sola) e gli agenti esterni che influenzano il suo livello di motivazione.

Da questo studio, saranno sviluppate strategie per migliorare la motivazione interna ed esterna, e sarà effettuato un follow-up per mantenere un buon livello di motivazione nel tempo.

Psicologia e motivazione

 

Conclusione

Se siete arrivati fin qui, sicuramente non avete più dubbi sull’importanza della psicologia nello sport: abbiamo passato in rassegna i fattori psicologici ed emotivi coinvolti nella prestazione sportiva, per poi conoscere il ruolo essenziale che gli psicologi svolgono nella missione di valorizzarli al massimo.

I personal trainer e gli psicologi dello sport che usano TIMP per ottimizzare la gestione e la prenotazione nei loro centri riescono a concentrarsi esclusivamente sul loro lavoro con gli atleti, portandoli al successo senza distrazioni.

Richiedi una demo senza impegno e ti aiuteremo a vedere come puoi aumentare le tue prestazioni, e con le tue, quelle dei tuoi allievi!

Una sintesi di ciò che ti interessa

Ricevi nella tua casella di posta tutte le novità sulla gestione e le tendenze nel settore del fitness e del wellness.