Sintomi di una lesione durante il CrossFit e come evitarla

Il CrossFit è nato con l’obiettivo di allenare militari, pompieri e poliziotti. E’ per questo motivo che si tratta di un tipo di allenamento tanto duro quanto la professione di queste forze dell’ordine.
Sebbene oggigiorno lo pratichi qualsiasi tipo di persona indipendentemente dalla sua professione, quello che è chiaro è che si tratta di un allenamento da svolgere sotto la supervisione di professionisti qualificati al fine di evitare lesioni.
Nonostante questo, se ne verificano abbastanza di frequente, così che in questo articolo conosceremo le lesioni più comuni negli allenamenti di CrossFit e ti daremo alcuni consigli su come evitarle.

CrossFit: in cosa consiste?

Possiamo dirti che il potere del CrossFit è quello di trasformare in atleta chiunque lo pratichi.
Questo si ottiene grazie ad un insieme di esercizi variati in cui la persona deve allenarsi ad alta intensità, provando a realizzare la quantità massima di giri in un tempo determinato e con un alto carico di peso sempre quando sia possibile, oppure si possono svolgere esercizi con il peso corporeo.
Il risultato è un corpo molto muscoloso ed abituato ad uno sforzo importante sia aerobico che di forza, anche se in molte occasioni si verificano lesioni nel CrossFit come risultato di una cattiva esecuzione, un insufficiente o assente riscaldamento precedente, o dello stretching inadeguato prima e dopo degli esercizi.

Principali sintomi di lesione con la pratica del CrossFit

Normalmente, le lesioni sportive si traducono in dolore nella zona interessata, e quelle che si verificano praticando questa disciplina non fanno eccezione.
Queste sono le zone principali in cui appare il dolore dopo una lesione praticando CrossFit:

Spalle

La spalla è formata da un insieme intricato di tendini e fibre che tendono a soffrire abbastanza durante un’attività intensa se non preceduta da un riscaldamento adeguato. Ne risente anche quando realizziamo una rotazione eccessiva del muscolo o facciamo un movimento brusco durante un esercizio. 
Il risultato può essere una infiammazione della zona o addirittura una sensazione di schiacciamento, un minor tono muscolare della spalla e, ovviamente, dolore.

Ginocchia

Nel CrossFit è abituale che l’impatto sia maggiore rispetto ad altri tipi di allenamento, e quando parliamo di impatto, le ginocchia di solito sono le parti più colpite.  
Ciò significa di solito dolore causato dal logorio del menisco e/o dolore nella parte anteriore delle ginocchia dovuto ad uno stiramento eccessivo dei tendini.

Polsi

Quando si produce una lesione ai polsi il sintomo principale, oltre al dolore, è la mancanza di flessibilità.
Considerando che poter muovere i polsi è fondamentale per poter realizzare praticamente qualsiasi esercizio del tronco superiore del corpo, puoi farti un’idea di quanto possa essere debilitante una lesione in questa zona se si vuole continuare a fare esercizio. Questo sì, niente che non si possa sistemare con un poco di riposo e riabilitazione nei casi più gravi. 

Lombi

La zona bassa della schiena soffre spesso fra chi pratica il CrossFit senza l’adeguata supervisione o con un’esecuzione non corretta. 
La causa del dolore in questa zona è di solito dovuta all’alzare troppo peso o farlo con la schiena flessa, che dovrebbe invece stare sempre dritta.

Gemelli

Questa coppia di muscoli fratelli è di importanza chiave negli esercizi che implicano la flessione delle ginocchia, aiutandole a mantenere l’equilibrio. 
Considerando che questa flessione è molto presente negli esercizi di CrossFit, le lesioni ai gemelli sono abituali e si presentano sotto forma di dolore e schiacciamento della zona

Cosa fare in caso di lesione?

Come con qualsiasi sospetto di lesione, quando provi dolore la prima cosa da fare è sospendere l’allenamento e consultare uno specialista che possa determinare se effettivamente c’è una lesione e quale zona interessa.

Il tuo fisioterapista ti dirà se è sufficiente mantenere la zona a riposo o se al contrario è necessario realizzare delle sessioni di riabilitazione e per quanto tempo. 

Prevenzione: l’alleata che non bisogna ignorare

E’ sempre meglio prevenire che curare, e seguendo questo detto, la cosa migliore che puoi fare per evitare le lesioni più comuni nel CrossFit è questo:

Riscaldamento e stretching

Fallo sempre prima di ogni sessione di CrossFit. Pomperai sangue ai tuoi muscoli in modo che siano riscaldati e più flessibili quando inizi ad allenarti. E con lo stretching darai tono ai tuoi tendini. Fallo prima e dopo l’allenamento.

Utilizza ginocchiere, polsiere e cintura addominale

Le prime proteggeranno le articolazioni. La cintura addominale ridurrà la tensione della schiena e manterrà stabile la colonna vertebrale, riducendo così anche il rischio di ernie nella zona dell’addome.

Allenati in gruppo, almeno all’inizio

Allenarsi in CrossFit con altre persone quando non hai molta esperienza ti aiuta a realizzare gli esercizi correttamente, oltre ad avere la supervisione costante di un professionista in materia.

Adatta l’intensità alla tua condizione fisica ed esperienza

Non tentare di iniziare con un allenamento intenso perché altrimenti le lesioni sono assicurate. Al contrario, inizia pgradualmente ed aumenta l’intensità in base ai progressi che noti.

Un resumen de lo que te interesa

Recibe en tu bandeja de entrada todas las novedades sobre gestión y tendencias en el sector del fitness y el wellness.